IL MANIFESTO

Orémus: il clero reazionario è
avverso all’obiezione di coscienza,
favorevole perciò alle guerre.
Kyrie eleison et Christe eleison.
Non capisco allora perch’è contro
rivoluzioni armate socialiste
tendenti a ripristinare giustizia,
mentre la guerra porta solo faa-me.
Constantia!

Disperato, profugo esasperato,
stanco di vivere ristretto, oppresso,
la risposta armata è vendetta,
non rivoluzione, liberazione.
Sangue chiama sangue per i tuoi figli.
Per un progresso saldo al socialismo
occorre lotta dura al capitale,
con resistenza attiva nonviolenta.
Aa-men!

manifesto,gerarchia,clericale,obiezione,coscienza,cristiani,socialismo,lotta,armata,nonviolenza

Brano estemporaneo scritto lo stesso giorno del precedente e riportato, senza titolo, nella stessa scheda cartacea. Ero a Roma da appena un mese e mezzo.
Non fa altro che riportare quello che già allora  (vent’anni) era il mio pensiero, movendosi tra quelle che alcuni potrebbero chiamare le “mie contraddizioni”, ma che in realtà sono le contraddizioni della chiesa da una parte e della “lotta di popolo armata”, la quale dato che è “di lunga durata”, tanto vale che sia nonviolenta.
Con la chiesa ufficiale non c’era neanche storia; frequentavo una comunità di base, quelli che sono ancora oggi i Cattolici del dissenso, era vivissima allora la teologia della liberazione in America latina e non del tutto nonviolenta per la verità…
Mi muovevo invece politicamente tra compagni che si definivano in gran parte atei e che ogni volta mi facevano due palle così per il fatto che fossi credente… Trovare chi la pensava come me (fuori dalla comunità) era una rarità e non era ancora accaduto.
Il brano va letto come se si officiasse una funzione religiosa, non per essere dissacrante, ma solo per sdrammatizzare (stile Giovanni Lindo Ferretti per intenderci).
(VI – 9.12 Rm)


http://nonviolenti.org/doc/varco_della_storia.mp3

 

IL MANIFESTOultima modifica: 2009-03-30T17:58:00+02:00da thewasteland
Reposta per primo quest’articolo

22 pensieri su “IL MANIFESTO

  1. personalmente non credo negli atei.. nessuno è ateo, ognuno ha il proprio dio.. poi, c’è dio e dio.. dimmi chi è il tuo dio e ti dirò chi sei..
    molto hanno per dio i soldi… eppure son convinti di essere atei. illusi

  2. Macchiavelli affermava che per acquistare e mantenere il potere occorre la violenza. Si ottiene qualcosa solo “forzando” un po’. Come dargli torto?
    Ma non sono d’accordo.

  3. ciao M. 🙂
    Come stai?
    io mi preparo, tra qualche ora prendo il treno per tornare in sicilia per pasqua ma poi torno a roma… un bacio tutto per te! 😉

  4. Saranno i colori……a me rilassano molto quelle sfumature porpora e viola……
    sono io a chiedere tempo e spazio! mi rendo conto che ne ho sempre poco e trascuro un bel pò di cosette……non va bene!!! dovrei imparare a fermarmi e fare un lungo respiro……….

  5. Chissà, forse potremmo dire “Mi contraddico dunque sono” anche se certe contraddizioni sono dure da digerire… la religione è un nodo che non ho ancora bene dipanato… di certo non posso definirmi atea, ma lasciamo perdere. Un saluto, Gea

  6. Passaggio veloce ma dovuto 🙂
    Della serie, i miei ad esempio sono “baci, mica pizza e fichi”…sono lombarda! 🙂 Perchè siciliana?
    Il Cristo dell’immagine con lo sguardo fisso e dritto verso l’orizzonte lontano, mentre la fanciulla sul canapè giace languida ed ignuda, lontano da ogni suo pensiero profano la dice lunga…
    Circa il credere credo, credo di si almeno mi pare, ma non pratico, di questo sono certa. Vabbè insomma, hai capito e comunque è sempre un piacere rincontrati. Ecco.
    Baci, appunto.

  7. Io penso di non essere l’unica a difendere Silvio da quelle accuse infami e false, basta leggerne i commenti sotto…..;-)
    Nel mio blog, in 5 anni, sono sempre stata dalla parte della donna. SEMPRE.
    Ma, se permetti, Veronica comunque vada, male che le vada, cadrà sempre sopra un cuscino fatto di miliardi e miliardi.
    Non credo abbia bisgno della mia solidarietà, che dò ad altre donne, quelle veramente, umiliate, maltrattate, derise, violentate.
    Sono punti di vista diversi.
    Un saluto, Rosanna

  8. Hai ragione…è un sacco che non passo di qui…ma come vedi ho avuto poco tempo per il blog in questi mesi…
    per l’inter…spero fortemente in siena visto che verona è impossibile per me da raggiungere…troppi casini in sto periodo 🙁
    notte, ciao!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *