… COME GESU’ CRISTO

La società mi esclude perchè
i capelli mi cadono sulle spalle
e la gente che mi critica prega
davanti alla croce di Gesù:
non sa nascondere l’ipocrisia,
appartiene alla borghesia;
sa bene che Cristo è con noi,
eppure ne profana il nome
identificandosi come sua seguace,
ma agendo con metodi repressivi
nei confronti di chi osserva
realmente l’insegnamento di Gesù.
I reazionari giudicano l’uomo
dall’aspetto esteriore,
ma a noi interessa curare
la pulizia dell’anima.
I miei capelli liberi come il respiro
mi aiutano nell’elevazione spirituale,
mi fanno sentire più naturale
in questo mondo meccanico,
mi danno la forza di lottare
contro la falsità di chi cela
che i veri Cristiani siamo noi.

Versi ispiratimi dal brano Hair dell’omonimo musical che ad un certo punto declamava: “I miei capelli come Gesù li portava, allelujah li adoro / allelujah Maria amava suo figlio, perché mia madre non mi ama? / Hair, hair, hair, hair, hair, hair, hair / Flow it, show it / Long as God can grow it./ Capelli…/ lasciali sciolti, mostrali,/ lunghi fino a che Dio li farà crescere./
Composti a quindici anni, esprimono il desiderio di portare i capelli lunghi, non potendolo ancora fare. Tuttavia osservo come la rivoluzione hippy americana sia stata molto più di facciata e poco di sostanza; insomma tanto chiasso per nulla, considerato che tipo di generazione ne è venuta fuori, più o meno conformista e amerikana.
Non così in Europa, dove gli hippy e i freak sono stati assorbiti dal movimento studentesco e dalle lotte dei lavoratori.
Per almeno 25 anni portare i capelli lunghi ha rappresentato l’emblema di un modo di pensare anticonformista e alternativo.
Il titolo originale era “Capelli come Cristo” e la metrica seguiva “End of the world” di Aphrodite’s child (Evangelos Papathanassiou). Il brano è stato ampiamente rimaneggiato; riporto la versione originale, che mi parve eccessivamente retorica.

Capelli come Cristo
I capelli come Cristo porterò/ giacchè tutti i seguaci lo adoravano;/ nonostante ciò chissà perchè/ tanti sono quelli che mi odiano;/ non importa,/ alle ragazze piacciono,/ solo così mi amano: capelli come Cristo!/
Perchè in questo mondo non ci dicono:/ “vivete la natura in libertà”;/ loro l’innocenza non conoscono:/ dobbiamo noi e gli altri rispettare. [variante: i nostri capelli non fanno del male,/ ma l’umanità meccanica non conosce l’innocenza]/ Non ci aiutano,/ non ci liberano,/ non si accorgono della felicità che danno i capelli lunghi./
Sono poveri e così Dio li vuole/ e liberi nel vento contro il cielo [variante: Sono poveri e vivono liberi/ nell’aria come il respiro]./ Ma per essere noi stessi dobbiamo fuggire/ come gli uccelli, soli e senza niente/ che ci dica/ perchè/ il mondo è crudele contro noi./
Solo i bambini ci sorridono,/ solo le ragazze ci amano;/ in questo mondo pochi capiscono/ quanto è bello la natura vivere./ Porterò,/ sì porterò/ i capellicome Lui li vuole, amando te./
Nonostante l’età in cui è stata composta mi sembrano evidenti dei cedimenti retorici alla canzoncina e a tratti alla canzone di protesta (es. Come potete giudicar, Ragazzo di strada, e così via).
(II – 29.9 A)

Il brano fu musicato in questo modo:
(Inciso: primi 4 versi)
MI, FA#     FA#, FA, MI
LA, MI
MI, RE       RE, MI
MI, FA#
(tre volte, la terza volta dopo l’ultimo FA# c’è il SI)
(ritorno: 3 versi seguenti)
LA, FA#      SOL, FA#   SOL, FA#
LA, SI
(V – 24.2 Sestu)

… COME GESU’ CRISTOultima modifica: 2006-06-15T18:35:00+02:00da thewasteland
Reposta per primo quest’articolo

34 pensieri su “… COME GESU’ CRISTO

  1. ciao,sono felice che tu mi trova simpatica!bè,in efetti ho molti blog..vediamo tre su virgilio,questo ,poi quello della storia e quello degli anime e manga in cui ci scrivo sempre più di rado;ne ho altri in cui ci scrivo raramente!.baci naoki!PS cmq i più decenti sono questo “rosenrot” e quello della storia!.

  2. veramente si alternano,certe volte narra la ragazza ma spesso prevale il ragazzo,perchè il ragazzo ha una personalità più affascinante,po i mi piace cercare di immedesimarmi in un ragazzo.
    Pensare come potrebbe pensare un ragazzo,anche se a volte trovo molti ostacoli,soprat utto quando Yoko è rimasta a petto nudo…un narratore ragazzo,di sicuro avrebbe parlato in modo più accurato di quel evento anche in modo poetico, mentre io ne ho parlato molto sinteticamente.
    cmq primo o poi tornerà a parlare yoko…ehm si ho rimandato anche l’inseguimento ,ogni volta prima di scrivere rifletto su quel che devo scrivere e all’ ultimo momento cambio idea,poi finisco per perdermi in altri discorsi e in altre storie…ho rimandato pure la rapina,perchè ho creato pure la storia dello psicologo, che è pure un discorso complesso!.
    oddio ma quanto ti ho scritto?!scusam i,spero che non ti addormentarai!.
    baci gothicbaby o naoki come preferisci!

  3. perfettamente d’accordo con te e con quello che hai scritto…mi piacciono gli uomini con i capelli lunghi… e senzaltro cristo non sta chiuso nelle chiese ma e’ in giro per le strade e se la ride di certe persone
    per la mia foto l’ho messa anche se sono di spalle semplcemente perche’ mi dava il senso della danza…. il velo in moviemnto ad ogni modo ho un foto album pubblico… quindi……… ..

  4. è un periodo stranissimo, visto tutto quel che sta succedendo dovrei essere a pezzi, e invece alterno momenti di disperazione e momenti di serenità… mah… PS la gorgia toscana è acquisita, per cui in inglese non ce l’ho!

  5. Ciao Angel! Si significa che ti bacio ma precisamente sfiorandoti le labbra, è un’espressione che ho imparato al liceo mentre ero intenta a tradurre il latino classico ^__^ Dante mi piace, soprattutto alcuni passi della Commedia (dell’inferno più che altro), ma non disdegno nemmeno i sonetti come del resto tutto il dolce stil novo. Un bacio e a presto!

  6. ciao,sono gothicbaby,non capisco perchè non riesco loggarmi!…bè volevo ringraziarti per il commento,sei davvero molto gentile!finalme nte ho scritto il 37 capitolo,questo capitolo sembrava avere una maledizione che non mi permetteva di finirlo ma finalmente c’è l’ho fatta!baci gothicbaby!

  7. che figuracciaaaaaa aaaa!! No, comunque i miei studi di The Waste land risalgono alle superiori (vabbè che sono al primo anno di uni ..)!! Ahahah! Sai qual è stata la cosa forte!! Il mio cervello mi diceva “Controlla, cinzia, a scanzo di equivoci e figuracce!!” e non c’è stato verso di dargli ascolto!! ^_^ Ahi ahi, se mi sentisse il mio prof. d’inglese!!! One mistake for you!!! 🙂 Buona giornata!!!!!!!

  8. e no non iniziamo mi oppongo, la sfiga non è trasversale. Solo due segni hanno diritto di lamentarsi veramente e sono acquario e toro, tutti gli altri non ne hanno il diritto… ecco…. ciao 😉

  9. ciao i massive attack?il loro nome mi è familiare me ne deve aver parlato mio fratello,cmq li ascolterò poi ti farò sapere se mi piacciono!.
    baci naoki!

  10. mi piace suscitare le critiche dei buoni cattolici quando vado ad un matrimonio o un battesimo in jeans e scarpe da tennis, figurati che una volta alcune zie si proposero di comprarmi dei vestiti… non capiscono che la loro salvezza non consiste in quante volte si battono il pugno sul petto e nemmeno che con qualche cattiveria in meno sarebbero più amati… mah… ti auguro una splendida domenica, Giusy

  11. Sure, there are debt settlement law firms out there, and
    some of them are very good at what they do. However, some of these firms
    charge 25% or more of the enrolled debt. Many, if not most, consumers
    simply canТt afford to pay fees of this magnitude. Also, being an
    attorney in one state does not offer any special protection to a
    consumer in another state where that attorney is not licensed. ItТs
    simply not necessary to hire an attorney to settle your debts. Most
    consumers can handle it on their own with a little training and
    coaching.
    settlement debt relief

  12. One afternoon, I was in the backyard hanging the laundry when an old, tired-looking dog wandered into the yard. I could tell from his collar and well-fed belly that he had a home. But when I walked into the house, he followed me, sauntered down the hall and fell asleep in a corner. An hour later, he went to the door, and I let him out. The next day he was back. He resumed his position in the hallway and slept for an hour.
    This continued for several weeks. Curious, I pinned a note to his collar: “Every afternoon your dog comes to my house for a nap. ”
    The next day he arrived with a different note pinned to his collar: “He lives in a home with ten children – he’s trying to catch up on his sleep.”

    I cried from laughter
    Sorry, if not left a message on Rules.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *