MIHI NON LICET IUDICARE

Virum cognovi
hominum ineptiis necatum.
Pulcher esse dictum est
cum natus est
et filium mariti foedi
matris non esse.
La sua famiglia era povera,
perciò egli un delinquente.
Si diceva che la madre
non gli desse da mangiare,
si rideva della sua magrezza.
Il suo migliore amico era ricco
e la gente ruppe l’amicizia
chiamandolo “ripudio”.
Le sue vesti povere ma pulite
per chiunque erano rubate.
Ricevere il suo saluto era un disonore,
poi un insulto, più tardi un delitto.
Si diceva che puzzasse, picchiasse
e fosse un incapace,
per questo cambiò lavoro spesso.
La sua compagna era di nobile famiglia
e la gente franse l’amore
chiamandola “puttana”.
Sposò la più “brutta”della città
e lavorando i campi visse meglio.
Costruì una casa, ebbe molti figli;
si disse fosse un bruto.
Un giorno fu ucciso in una rissa,
ma dissero che si suicidò.
Genti meda fiat andada a s’interru;
una fèmina bidendi sa tumba iat nau:
“No est lìcitu giudicai,
ma depiat essi interrau comenti a un’animabi”,
e un’àteru iat nau:
“No est lìcitu giudicai,
ma non meritàt indulgéntzia”.
Genti meda trabessa cussa die iat nau:
“No est lìcitu giudicai”.

licet, foedi, si diceva, si rideva, ripudio, povertà, puttana, rissa, giudicai, pettegolezzi
Un appunto mi ricorda che scrissi questo brano sentendo dei pettegolezzi in autobus. Avevo diciassette anni… Oggi ho l’esperienza per affermare che la diffusione di chiacchiere false può davvero rovinare la vita di una persona.
Mi era parso che per affrontare questo tema ci stesse bene il latino; così scrissi l’originale, riportandolo successivamente in questa forma, con avvio in latino e chiusura in sardo, come per un edificio restaurato che mostra delle parti antiche o similari.
Tre giorni prima misi insieme degli accordi che scelsi per questo brano:
LA FA, DO LA, FA DO (per tre versi, poi a seguire, come una ballata).
(IV – 11.7 A)

MIHI NON LICET IUDICAREultima modifica: 2006-05-12T01:40:00+02:00da thewasteland
Reposta per primo quest’articolo

34 pensieri su “MIHI NON LICET IUDICARE

  1. Le malelingue e le apparenze, andrebbero bandite da questo mondo, si vivrebbe certo meglio, credo ci sarebbero meno guerre e meno odio!!!! Un saluto, il tempo è tiranno per tutti noi, ti lascio un augurio di buon fine settimana e un sorriso, a presto Claudia

  2. ti rispondo subito! sono siciliana e precisamente di caltanissetta. cercherò informazioni su questo musicista anche se non vado pazza x il jazz. la canzone di nichy nicolai mi ha davvero ingannata! mi sembrava un pò più vecchiotta^^ti auguro un buon fine settimana:) un abbraccio caro Angel

  3. Ciaooooooooo!!! A latino sto messa così e così nel senso che ricordo soprattutto le regole grammaticali, ricordi del 5° anno ma a fare traduzioni non so ci potrei provare… il titolo è abbastanza facile “a me non è concesso giudicare”, se non ho capito male si tratta di un inetto, che forse non era figlio del marito di sua madre… la fine non ce la faccio ho troppo sonno ^__^ pero’ in latino ricordo questa espressione vediamo se sai tradurla… oscula summa delibo!

  4. Gerbere bianche/

    candore alabastrino/

    una culla legnosa/

    per mamma e bambino/

    Gocce di pianto/

    evanescente fruscio/

    battito d’ali/

    silenzioso addio/

    Ultimo sogno/

    mai realizzato/

    uccisa dal padre/

    di un bimbo mai nato./

    Venexiana 12.05.06
    per Jennifer

  5. nascondo gli occhi pochissimo…. solo quando il sole mi acceca…. in questa foto forse volgio difendermi…. in fondo e’ pubblica……. …… e se ci pensi bene qui c’e’ molta gente che invece si nasconde del tutto

  6. ciao,sono felice che tu gradisca come personaggio yoko anche se io preferisco kio infatti dedico molti più capitolo a kio che a yoko.cmq i capitoli seguenti parleranno di yoko!grazie per il commento!baci gothicbaby!

  7. ciao….il tuo blog è bellssimo…son o poesie stupende……s ono contenta che anche il mio ti piaccia…anche se di tutt’altro genere..;) purtroppo non so perchè ti chiede di installare quel programma, non ho messo nessun vincolo nè oggetti che richiedono l’installazion e di qualcosa…..fa mmi sapere se il problema non si risolve…buona giornata…

  8. ciao,bè l’inseguimento in macchina ci sarà nel 35 capitolo!però sono davvero così prevedibie in quel che scrivo?!baci gothicbaby!ps naturalm,ente grazie per il commento!!

  9. dolce anima dell’est è uno degli appellativi più carini che mi abbiano dato! grazie dolcissimo^___^ io sto molto bene e spero anche tu! la mia passione x l’oriente procede spedita;) un saluto affettuoso

  10. l’immagine se non sbaglio è un dipinto di Mantegna, “Il san sebastiano”, ma la storia che racconti è immaginaria o riguarda questo santo.
    C’è un che di mistico nel tuo blog, mi piace!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *